PER EVOLVERE LEGGENDO “LA VIA DELLA RICCHEZZA” DI SALVATORE BRIZZI

Sono sempre stata una fan dei libri di Salvatore Brizzi, addirittura mi sbilancio nel dire che ho avuto più “doni” dalla lettura dei libri che non dalle sue conferenze. A partire dal “Risveglio” non mi sono persa nessun dei suoi scritti, ma devo ammettere che questa volta Salvatore si è superato. Un libro profondo, sfidante ma allo stesso tempo di una praticità disarmante. Argomento ovviamente la ricchezza anche se il sottotitolo recita “il denaro al servizio dell’umanità” e si inizia ad intuire che non sta parlando di una ricchezza esteriore ma di qualcosa che può venire solo da dentro: “.. al mondo del futuro non servono persone che inseguono un conto in banca più grande, bensì persone che abbiano le idee chiare riguardo alla loro missione… Lo scopo è che tali persone si predispongano a ricevere la ricchezza, anziché continuare ad inseguirla come hanno fatto finora, come topi che corrono dentro una ruota”. Un atteggiamento quindi femminile di resa ed apertura. Apertura in primis verso noi stessi, il nostro sentire e ciò che sappiamo fare nella vita e che possiamo portare nel mondo. Apertura poi verso l’esistenza che troverà il modo di fare fruttare, anche dal punto di vista economico, il nostro impegno se quello che facciamo è veramente ciò che amiamo ed è connesso alle nostre qualità animiche. Brizzi stravolge e capovolge i concetti fondamentali della ricchezza argomentando con ironia e determinazione diversi punti di vista. Grandioso il capitolo “Il denaro non ti appartiene” che mi ha fatto riflettere su quanto sia limitata la nostra mente quando in gioco ci sono sopravvivenza e paura. Al centro di tutto ovviamente (per chi conosce Brizzi.. ma chi non lo conosce!!) la presenza, la capacità di attenzione al momento presente, l’osservatore che diventa consapevole che la sua psicologia crea il mondo esteriore e gli avvenimenti: “Ci stiamo quindi spostando dalla vecchia mentalità del problem-solving – cioè ti fornisco gli strumenti per affrontare efficacemente un problema al di fuori di te – a una vera e propria nuova concezione del mondo, nella quale i problemi esterni sono solo riflessi di atteggiamenti psicologici interiori, che di per se stessi non sono né giusti né sbagliati, ma semplicemente sono come sono.” Una osservazione distaccata, senza giudizio che a poco a poco porta una pace interiore e allo stesso tempo energia e creatività e di conseguenza successo e ricchezza. Come lettore e ricercatore del vero l’autore ti chiede un impegno minimo ma che può realmente cambiare la qualità della tua vita. Nel capitolo “Tu cosa puoi fare?” spiega dettagliatamente l’esercizio sull’attenzione condivisa dei 5 minuti al giorno, che diciamolo francamente è alla portata di tutti: chi non ha 5 minuti da dedicare alla propria evoluzione (da leggere anche come ricchezza)?!!?

Quindi non ci sono più scusanti e sei non sei né ricco né felice nella tua vita attualmente questo libro è per te. Ma riporto qui per correttezza l’ammonimento che si trova sul retro del libro stesso:

Compra questo libro solo se hai intenzione di diventare una persona diversa, sennò posalo. Se sei interessato unicamente a fare soldi allora a me non interessano i tuoi soldi” Salvatore Brizzi.

P.S. Un altro grande grazie a Salvatore perché mia figlia brancolava nel buio per la scelta dell’università e nell’ultimo capitolo ha trovato grandi spunti riguardo ad una nuova educazione.

Discussion

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *