E VISSERO PER SEMPRE INFELICI E SCONTENTI di Ettore Amato

Anime gemelle ” Dal sogno romantico alla realtà” Riflessione importante da tenere a mente mentre leggete l’articolo.
Già il titolo è geniale!! E il sottotitolo “cancella i falsi miti sull’amore ed impara ad amare” rende chiaro l’intento dell’autore. Molto spesso veniamo guidati nella relazione da idee preconcette prese dalla TV (la famiglia del mulino bianco, l’amore folle e passionale dei films), dalle favole e da ciò che ci raccontavano da bambini e che poco hanno a che fare con la realtà della relazione. “Il problema sta nell’idea illusoria e immaginaria che nel corso dei secoli ci hanno fornito e trasmesso tutti coloro che in un modo o nell’altro hanno parlato di amore…. Tutti ci parlano dell’innamoramento iniziale, di quanto sia magico, dei brividi e delle farfalle nello stomaco . Tutti ci raccontano la favola del “e vissero felici e contenti” , certo ma fino a quando? E soprattutto vissero felici e contenti insieme? E cosa fecero, quanto impegno ci misero per restare insieme? Queste sono domande a cui nessuno risponde”.
A questo punto del libro ero solo a pagina 17 ma avevo compreso chiaramente che ciò che avevo fra le mani avrebbe potuto in parte aprire gli occhi alle mie figlie rispetto a cosa cercare nel mondo delle relazioni e dell’amore..

E così ho ripreso la lettura da capo a voce alta assieme a loro.

Se avete figli in età da relazione vi consiglio una lettura condivisa con scambi di idee ed opinioni perché questo libro dissacrante e divertente ha un grande sottofondo di verità e guardare le cose per quello che sono semplifica molto i problemi. Tra l’altro ci siamo divertite insieme, abbiamo riso e abbiamo pianto ciò che mi aspetto da un buon libro, e questo lo è!!
“Crediamo che per essere amore debba essere vissuto come in una fiaba, mentre il gioco delle coppie, passato il momento dell’innamoramento, è più simile ad un’azienda da portare avanti con impegno e strategia”. Una parte di me mentre leggevo queste parole si ribellava: la mia favolosa storia d’amore paragonata ad un’azienda? Voglio veramente distruggere il sogno romantico delle mie figlie? Riportarle indietro nel tempo ad un matrimonio di pura convenienza? Non è di questo che l’autore sta parlando e la versione “saggia” di me, quella che è passata attraverso un matrimonio difficile ed una separazione dolorosa sa che è vero, per tenere in piedi una relazione che funziona, una relazione di sostegno che ti faccia sentire appagata, sorretta e compresa ci vuole veramente TANTO TANTO IMPEGNO, una visione comune e degli strumenti da mettere in campo nei momenti di difficoltà. E non crediate che, anche se ora vi sembra tutto rose e fiori nel vostro attuale amore, i momenti di difficoltà non arriveranno. NON ESISTE RELAZIONE (di qualunque tipo) SENZA CONFLITTO e come volere gustare una deliziosa arancia e volerla senza semi, sono parte integrante, lo stesso vale per il conflitto e la relazione. Se lo sai in anticipo quando succederà non ti sembrerà una tragedia ma semplicemente quello che è: LA VITA NON E’ PERFETTA, LA VITA E’ VITA.
La saggezza e l’impegno si svelano nel momento in cui i partners si rendono conto che hanno iniziato a vivere una lotta intestina , uno scontro per la supremazia, uno contro l’altro con l’unica motivazione di vincere ed avere ragione. A quel punto devono essere messe in campo competenze e qualità che ci permettano di liberarci dalle aspettative, di “mollare” le idee di perfezione sul partner ideale che ci siamo creati nella testa e bisogna essere pronti ai cambiamenti nei nostri pensieri ed atteggiamenti. Tutto cambia e si trasforma nella vita, niente è immutabile perché allora dovrebbe esserlo la nostra relazione?
Nel libro l’autore ci spiega i due tipi di gioco che si possono mettere in campo. Il gioco a risultato zero dove se io vinco tu perdi (o viceversa) e quello a risultato diverso da zero in cui io vinco e tu vinci.

Quanto pensi possa durare un gioco dove se io vinco tu perdi?

“Dai siamo onesti a nessuno piace perdere, la sconfitta si può accettare con eleganza ma non piace a nessuno. .. Giocare senza avere mai la speranza di vincere, o sapendo di avere perso in partenza, prima o poi ti farà desiderare di cambiare gioco, squadra, e cercare nuovi giocatori con cui giocare”. Ecco perché tante coppie si tradiscono: stanno cambiando gioco e squadra perché si sono stancati di perdere…
“Parlare nel modo giusto, utilizzare pensieri diversi e un linguaggio diverso, possono darti la possibilità di mostrare all’altro giocatore un mondo di regole nuove che possono far vincere entrambi. Tutto questo però implica costanza e volontà e non tutti sono disposti a fare quello che è necessario. Meglio aspettare un miracolo, che le cose si sistemino da sole… Se ancora non l’hai capito te lo dico chiaramente questa è una cazzata. Senza impegno responsabilità e voglia di cambiare le regole, il tuo rapporto non cambierà.”
Parole forse un po’ dure ma che mi trovano completamente d’accordo!!!
Il libro continua analizzando le differenze tra uomini e donne e cosa, secondo l’autore, cercano nella relazione. E’ profondamente importante a mio parere conoscere le differenze e interrogarsi su cosa vogliamo che l’altro ci dia e su cosa è importante per noi. Servono anche conoscenze e informazioni per mantenere sana e felice una relazione.
Ma come conclude l’autore ricorda che “nessuno può renderti felice se non SEI GIA’ una persona felice”!!!
Se vuoi apprendere di più su cosa cercano uomini e donne nella relazione, su quali tecniche utilizzare per ridurre la conflittualità e su come comunicare e condividere dopo un conflitto seguici nei nostri seminari “Imparare ad Amare”.
Con amore

Elena

Discussion

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *